Witch says Symbol (strega comanda simbolo) è la versione orienteering di strega comanda colore. Il gioco insegna la simbologia dell’orienteering. Uno o più giocatori interpretano “la strega/lo stregone” gli altri giocatori fanno “le prede”. Se la preda viene catturata il gioco finisce. L’ultima preda catturata è la nuova strega.

Toc toc, chi è? (Prede)
Sono la strega comanda simbolo (Strega)
Che simbolo vuoi? (Prede)
[la strega estrae un simbolo dal mazzo di carte e lo mostra alle prede]
[le prede abbinano l’immagine al significato attraverso la legenda della mappa o, se necessario, con l’aiuto dell’educatore]
3,2,1… Via! (Educatore) [l’educatore da il via all’inseguimento Strega-Prede]
Le prede sono salve se toccano il simbolo corretto. La strega vince se tocca una preda


Durata: 2 minutes

Età: 5 to 10 years old (i bambini devono saper leggere)

Area di gioco: piccole aree, possibilmente chiuse con tanti simboli. Ad esempio scuole, parchi, giardini di ville e palazzi, prati,… Limitare l’area o aumentare il numero di istruttori perchè è necessario verificare cosa toccano i bambini.

Materiali: mappa dell’area e mazzo di carte dei simboli: CLICK HERE (prima di iniziare il gioco scarta i simboli non presenti in cartina)

Tracciato: sulla mappa va disegnato solo il punto di partenza con un triangolo

 

Cose Importanti da dire prima del gioco: cos’è la legenda di una mappa, confronto carta-terreno, i limiti dell’area, regole del gioco

Sicurezza: x1/x2 security men nelle aree chiuse. x2/x3 security men negli open space non recintati come i prati o parchi. I security men possono aiutare a controllare cosa toccano i bambini.

Didattica. Cosa Imparo?: memorizzare simbologia orienteering, visualizzare nella realtà un’immagine astratta

Varianti: 

  1. senza mappa e senza strega, con il solo scopo di ripassare quanto appreso sulla simbologia (ok anche per chi ha più di 10 anni). Perde chi tocca per ultimo il simbolo corretto o chi tocca il simbolo sbagliato. Ulteriore difficoltà fare il gioco “legati” a gruppi di tre:

Vi Consigliamo:

  • stampare a colori e plastificare il mazzo di carte
  • di stampare la mappa in A5. L’A4 è un formato di carta scomodo per i bambini

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *