Sabato e domenica sono state disputate due importanti manifestazioni di Mountain Bike Orienteering valide per l’assegnazione di punti nella classifica mondiale World Ranking e valide come Campionato Italiano Sprint per la prova di sabato, lungo gli argini del Brenta nel comune di Nove e come 1° prova di Coppa Italia nel comune di Mussolente per la gara di domenica. L’evento è stato organizzato dalla società Misquilenses Orienteering del Presidente Luigi Bordignon ed ha avuto la partecipazione di oltre 150 concorrenti, tra cui più di 30 stranieri provenienti da Austria, Russia, Slovenia, Portogallo, Ucraina e Repubblica Ceca. Presenti gli attuali campioni del mondo di specialità, il trentino Luca Dallavalle e la russa Olga Shipulina Vinogradova, che nulla hanno potuto per contrastare la forte coppia austriaca che nella somma dei tempi dei due giorni ha conquistato la classifica Elite femminile e maschile. Ottime notizie comunque per i colori del Misquilenses, visto che nella prova Sprint di sabato Riccardo Rossetto, Vicecampione del mondo Junior nel 2011, ha vinto la prova Elite conquistando il secondo titolo di campione italiano Mountain Bike Orienteering Sprint replicando quello vinto nel 2015. Queste le parole a fine gara: “Vincere in casa è stata una grande gioia. Ci tenevo a salire almeno sul podio e ho fatto del mio meglio. Temevo che la gara fosse compromessa per un errore commesso al punto 14, invece sono riuscito a recuperare la situazione”. L’italiano Luca Dallavalle, attuale campione mondiale 2017 in Lituania, oltre a noie meccaniche alla bicicletta, non era abbastanza concentrato per un terreno molto particolare, veloce ma insidioso con punti molto tecnici tra sentieri a volte appena visibili. Ancora più netta la vittoria dell’atleta russa Olga Shipulina Vinogradova con oltre due minuti di vantaggio sulla forte austriaca Marina Reiner. Terza a soli tre minuti l’italiana Milena Cipriani (Panda Valsugana) che conquista così il titolo Italiano Sprint, queste le sue parole: “Sono felice di aver conquistato questo titolo perché non ho riportato un grande distacco da avversarie di livello internazionale. Tutte abbiamo sbagliato e questo perché la prova era ostica. Dopo la tripletta dello scorso anno questo 2018 pare avviato nel migliore dei modi”. La gara di domenica valida come 1° prova di Coppa Italia si è disputata tra le colline di Mussolente con partenza e arrivo nel parco di villa Piovene. Commenta il sindaco di Mussolente, Cristiano Montagner: “Mussolente rinnova ancora una volta la propria vocazione di sport ad alto livello legando insieme sport, natura, storia e voglia di respirare il sano agonismo ma soprattutto assaporando la gioia ed il divertimento di straordinari atleti che, con passione e amore, praticano lo sport quale momento di elevazione della propria persona. Ringrazio il Presidente Bordignon dell’ASD Misquilenses Orienteering per aver portato nella nostra Comunità i valori ed i pensieri veri della pratica sportiva immersi nel museo a cielo aperto di storia e natura che il Comune di Mussolente può dare sempre.”  Tra i maschi, assente Rossetto per impegni organizzativi, ha visto dominare l’austriaco Kevin Haselberger rimontando lo svantaggio accumulato sabato su Fabiano Bettega ( GS Pavione ), che era partito in pole position grazie al secondo posto conquistato il sabato. Al terzo posto si è piazzato l’esperto atleta lombardo Giaime Origgi, in forza all’IKPrato, mentre la sorpresa è arrivata dalla presenza fuori dal podio del campione del mondo Luca Dallavalle, evidentemente ancora in ritardo di preparazione in una stagione che avrà il suo apice con i Campionati Mondiali da disputarsi questa estate in Austria. Tra le donne, anche nella seconda tappa, era atteso lo show di Olga Vinogradova. A spuntarla è stata invece Marina Reiner, giunta al traguardo del tutto inconsapevole di aver sconfitto la fortissima rivale, partita due minuti prima di lei e che aveva incrociato in alcune tratte del percorso. Al secondo posto in classifica generale si è issata Milena Cipriani (Panda Valsugana), fresca del titolo di campionessa italiana sprint e riuscita anche lei nell’impresa di sorpassare la campionessa russa in classifica generale. Ad Olga Vinogradova, precipitata al terzo posto, non è restato che ammettere sportivamente la sconfitta, causata a suo stesso dire da alcuni evidenti errori nella tecnica di orientamento su un percorso che lei stessa ha definito di elevata qualità e al tempo stesso ricco di difficoltà orientistiche che non è stata in grado di dominare. L’elevata qualità organizzativa e tecnica è stata riconosciuta al team del Misquilenses Orienteering anche dal vincitore dellmua gara maschile, e da tutti gli oltre 150 partenti di questa Due Giorni di gare che hanno portato Mussolente e Nove al centro dell’attenzione del movimento della MTB-O internazionale. “Quest’anno guardiamo con particolare attenzione al Mondiale – hanno commentato i vincitori – perché si tiene in Austria. Ci teniamo in particolar modo a far bene sui sentieri di casa e soprattutto puntiamo sulla Staffetta”.

FONTE: http://www.tviweb.it/mussolente-orienteering-un-successo-la-tappa-del-mondiale/

Reply